No hay leyes para escribir
  • Slider 1
  • Slider 2
  • Slider 3
  • Slider 4
  • Slider 5
  • Slider 6
  • Slider 7

Jesús Andrades Fernández

Jesús  Andrades Fernández

Sobre el autor

Jesús Andrades Fernández ( Siviglia, 3 gennaio 1986) è cresciuto nel quartiere di Triana dove studió nel collegio Maristas San Fernando. Laureato in Storia nell’Università di Siviglia, sempre ha dimostrato un grande interesse verso la Roma Antica, la Storia di Siviglia, la docenza e Biblioteconomia. Ha lavorato come professore, archivista, bibliotecario, interprete del Patrimonio e archeologo commerciale in Inghilterra. Inoltre sviluppa altri progetti che cercano unire il divertimento con il mistero e la cultura. Il suo amore per la Storia, i saggi e le novelle, insieme alla passione per i viaggi e le cultura diverse, hanno propiziato lo sviluppo di questa saga che ci trasporta nella Siviglia degli inizi del XX secolo. La sua carriera come scrittore iniziò alla giovane età di sedici anni. Essendo , inoltre, il creatore della saga Gladius et Peplum che combina un’ambientazione storica reale con l’avvincente avventura fantantastica dei personaggi da egli creati.

Assassinato a Triana

“Il più grande errore degli assassini è credere che nessuno possa pensare come loro”. Nella vibrante Siviglia degli anni ’20 appare morto per strada un rappresentante di una nota famiglia inglese. Molteplici coltellate l’hanno messo a tacere per sempre. Tuttavia molti sono i sospettosi. Essendo deceduto un forestiero, si decide di affidare il caso a una coppia singolare: da un lato, un esperto guardia civile sivigliano; dall"altra, un eccentrico ricercatore inglese. Segismundo Rialto e Leon D’Arcy, sveleranno il colpevole dell’omicidio mentre si dispiegano gli eventi principali dell’epoca: l’imminente Expo Iberoamericana, l’Unione Patriottica nel governo e la Settimana Santa dietro l’angolo.

Cómpralo en papel